Chi siamo

La Nostra Storia

 

Nel 2012 abbiamo realizzato alcuni progetti all’interno della II° Casa di Reclusione di Bollate, dipingendo dei Murales all’interno di diverse aree dell’istituto di pena, la “Ludoteca “ area dedicata agli incontri di famiglie con bambini, nei piani del terzo reparto nelle aree comuni, all’ Area Passeggio del 3° reparto, realizzati con l’aiuto e l’impegno di diversi gruppi di detenuti che hanno partecipato attivamente alla riqualificazione degli ambienti.

Da qui ci siamo poi spostati nello spazio teatrale dove abbiamo portato avanti un laboratorio teatrale incentrato sul movimento del corpo.

La Cooperativa “Le Crisalidi” nasce dall'intenzione di usare il Teatro come mezzo per veicolare l'arte e la cultura all'interno di contestii di reclusione.

Il nostro obiettivo è quello di avvicinare la società ad una realtà poco nota e apparentemente distante come quella del carcere, attraverso i laboratori e gli spettacoli, dando la possibilità alle persone esterne di poter entrare all’interno dell’istituto. 

 

“Avevano paura di me, poi quando mi hanno conosciuto… Quante volte accade di temere lo sconosciuto, lo straniero, il carcerato, l’individuo ignoto, nel quale vediamo un pericolo unicamente perché è ignoto. Comunichiamo con tutti, non accogliamo nessuno. Solo qualche persona semplice si sottrae a questa paura, ma pesa poco sulla bilancia del mondo”.

 

(Fine pena mai –  Elvio Fassone)

 

Molto spesso si pensa al carcere come un luogo stereotipato dalla cronaca, dai media, senza considerare l'essenza prima della Costituzione Italiana che promuove il fine rieducativo delle pene. 

Lo scopo è quello di abbattere questi muri pregiudiziali che, sebbene invisibili, spesso sono più alti e più invalicabili delle mura carcerarie.

Il teatro deve essere un’ esperienza che arricchisce tutti indistintamente. Attraverso i percorsi laboratoriali e le attività che svolgiamo all'interno, il gruppo impara a mettersi in gioco, ad abbattere i propri limiti, a stimolare la creatività tramite la scrittura creativa, l'improvvisazione fisica e verbale. 

Cosa c’è di differente da un corso di teatro all'esterno?

Che lo spettacolo prende vita dalle storie, Dagli scritti, Dalle emozioni dei singoli e del gruppo.

“Chi scrive i testi?” “Tutti!” perché tutti sono componenti fondamentali di un percorso da svolgere insieme, per sentirsi liberi di esprimersi e di guadagnarsi qualche ora di evasione. 

Statuto Cooperativa Le Crisalidi